Categories
Alimentazione & Cucina

Tipi di miele

Parlare del miele come di un prodotto unico e omogeneo è lontano dalla realtà, poiché esistono quasi tanti tipi di miele quanti sono i tipi di fiori. Anche quando ci riferiamo al miele di fiori stiamo aprendo molto la gamma.

Poiché il fiore d’arancio non è uguale al fiore di tiglio e nemmeno il pino è uguale al castagno, è chiaro che i tipi di miele prodotti dall’una o dall’altra specie non hanno le stesse proprietà, la stessa consistenza e lo stesso sapore.

Per questo motivo molte persone sono sorprese di vedere la grande varietà di tipi di miele d’api che si possono trovare sul mercato. È molto importante sapere in che modo si differenziano l’uno dall’altro per scegliere quello che meglio si adatta ai nostri gusti e alle nostre esigenze.

Il nostro ambiente, la qualità del nostro suolo, il clima e le piante medicinali che abbondano in Italia… fanno del nostro miele tra i migliori in Europa e tra i migliori al mondo. Molto apprezzato al di fuori dei nostri confini, e a volte difficile da acquisire all’interno.

Quali tipi di miele si producono in Italia?

Passeremo in rassegna i tipi di miele d’api che variano a seconda della “materia prima” utilizzata da questi insetti. Alcuni di essi si trovano in una vasta gamma di paesi in tutto il mondo, mentre altri sono più localizzati in un luogo particolare.

Ci sono altre varietà… in questo articolo parleremo di 36 tipi di miele.

Miele Monofloreale

Sotto il nome di miele monofloreale possiamo includere tutti quei tipi di miele che sono composti principalmente dal nettare di una singola specie. In questo gruppo sono inclusi il miele di fiori d’arancio, acacia, eucalipto, lavanda, tiglio, timo, ulmo, ecc. Si tratta quindi di una denominazione generale che copre anche altri tipi di miele.

A seconda del tipo di miele, è necessaria una percentuale minima di polline di una particolare pianta per classificarlo come tipo particolare.

Miele multiflorale

Come indica il suo nome, il miele millefiori è il gruppo opposto al miele uniflorale. Questi tipi di miele sono composti dal nettare di diverse specie vegetali senza alcuna proporzione fissa tra loro.

A seconda della zona in cui si trova, un tipo o un altro avrà la precedenza.

Ad esempio, nelle zone in cui il rosmarino e il timo sono abbondanti, il miele multiflora può avere un’elevata componente pollinica di queste due piante, ma poiché non raggiunge i minimi stabiliti per poterlo chiamare monofiori di, ad esempio, timo… è qualificato come multiflora.

Miele ai fiori d’arancio

È il miele che proviene dal nettare dei fiori d’arancio e di limone.

È una classe molto apprezzata per la sua consistenza morbida. In cucina il miele di fiori d’arancio è ideale per la preparazione di dolci e mette in evidenza il suo alto contenuto di potassio, fosforo e glucosio. Tra le proprietà di questi tipi di miele vi sono gli effetti curativi e antibatterici e agisce anche come rilassante naturale.

Miele di rosmarino

Il rosmarino è una delle piante aromatiche per eccellenza, ma è anche una perfetta “materia prima” per le api quando si tratta di fare il miele. Il risultato è un tipo di miele abbastanza denso, anche se la sua consistenza e il suo colore sono molto diversi quando viene riscaldato o cristallizzato. Il miele di rosmarino e le sue proprietà si concentrano sul suo effetto digestivo in caso di stomaco pesante o di indigestione. È anche adatto per alleviare le malattie respiratorie.

Miele di eucalipto

L’eucalipto è un’altra pianta con un forte aroma che si stampa sul miele che le api creano dai suoi fiori. Il colore in questo caso è molto scuro. Come per la pianta stessa, anche il miele di eucalipto aiuta efficacemente nel trattamento di raffreddori, influenza, raffreddore e problemi respiratori. È un miele originario del Sud America e rafforza nel modo più naturale le barriere del sistema immunitario.

Miele di Timo

Proseguendo con le piante aromatiche, anche il timo occupa un posto privilegiato. Il suo miele non ha un colore definito e dipende dal periodo dell’anno in cui viene ottenuto. Il suo profumo è intenso e molto caratteristico. Il miele di timo è un perfetto ricostituente dopo un grande sforzo fisico o mentale e, tra le sue proprietà più sorprendenti, aiuta a regolare le mestruazioni.

Miele di lavanda

Il miele di lavanda è prodotto dal fiore di lavanda, la sua ombra è piuttosto chiara e l’aroma ricorda ovviamente molto la pianta stessa. Ha un importante potere battericida e antisettico ed è raccomandato in caso di congestione nasale. Il miele di lavanda e le sue proprietà sono un aiuto inestimabile nei processi di diarrea.

Miele di tiglio

Il miele di tiglio ha un colore giallo chiaro, il suo odore è intenso e cristallizza molto rapidamente. Questo tipo di miele si distingue per le sue proprietà sedative, quindi è ideale da assumere diluito in un bicchiere di latte prima di andare a dormire quando si soffre di ansia o insonnia. Il miele di tiglio si distingue anche per il suo potere antibatterico.

Miele di trifoglio

Il miele di trifoglio ha anche una morbida tonalità gialla ed è noto per le sue proprietà riparatrici in caso di stanchezza e stanchezza, sia fisica che mentale. Storicamente è stato usato per schiarire la pelle e i capelli, in quanto contiene enzimi con piccole quantità di perossido di idrogeno.

Miele di erica

Il miele di erica ha un aspetto che varia dal colore più chiaro al rosso più scuro. Essendo ricco di principi minerali, le proprietà del miele di erica vanno dal diuretico all’antireumatico. Per questo motivo è indicato quando si verificano infezioni urinarie e previene la comparsa di calcoli renali. Allo stesso modo, il miele di erica è consigliato anche per le persone che soffrono di problemi cardiaci, poiché è un miele che stimola il flusso sanguigno.

Miele di erba medica

Il miele d’erba medica ha uno degli aromi più piacevoli e si distingue anche per il suo gusto. Come per il trifoglio, è anche molto adatto per “ricaricare le batterie” quando si verifica l’esaurimento dopo uno sforzo significativo.

Miele di acacia

È un miele molto popolare nei paesi dell’Europa dell’Est e ha un gusto per niente forte e abbastanza neutro. Aiuta a regolare l’intestino quando si verificano problemi di stitichezza, ma vengono riconosciute anche le sue proprietà riparatrici. Il miele di acacia è indicato anche per le persone che soffrono di diabete (consultate il vostro medico).

Miele di pino

Il miele di pino ha un forte aroma di resina e il suo colore è piuttosto scuro. Non è facile da ottenere ed è abbastanza efficace per alleviare lievi condizioni respiratorie grazie al suo effetto balsamico.

La sua produzione è molto limitata perché non viene raccolta ogni anno, infatti possono essere necessari anni per poter raccogliere il miele di pino.

Miele di quercia

Il suo colore molto scuro è in linea con un sapore molto intenso. Il miele di quercia è molto ricco di ferro ed è indicato per alleviare le cattive digestioni, ma è anche un perfetto alleato contro la diarrea. In Spagna, è abbondante nelle zone dehesa di Castiglia e León, Estremadura e Andalusia.

Miele di castagno

Il miele di castagno ha più vitamina C, minerali e antiossidanti rispetto ad altri tipi di fiori. Un recente studio dell’Università di Vigo lo conferma. Come se non bastasse, aiuta a rigenerare i tessuti intestinali ed è anche ricco di fosforo, calcio, potassio e magnesio, che aiuta la circolazione sanguigna. Ha un colore scuro e un sapore profondo.

Miele di tarassaco

Il miele di tarassaco ha una tonalità simile alla paglia e cristallizza molto rapidamente. Il sapore è forte e resinoso. È un altro dei mieli perfetti per ridurre gli effetti delle condizioni respiratorie.

Miele di abete rosso

A differenza di altri mieli, il miele di abete rosso non si ottiene da nessun fiore. In questo caso le api rilasciano le secrezioni di alcuni insetti che si nutrono della linfa di questa pianta. Il risultato è un miele dai toni verdi che, avendo una forte componente balsamica, è indicato anche per le malattie dell’apparato respiratorio.

Miele di nocciola

Il miele di nocciola è caratterizzato da un colore giallo intenso e da un ottimo sapore. In questo caso aiuta a mantenere la pelle in buone condizioni, morbida e idratata.

Miele di ulmo

Questo miele ha un colore pallido, quasi bianco, e allo stesso tempo ha un gusto squisito. Le sue proprietà sono balsamiche e antibatteriche. Aiuta anche a guarire le ferite sulla pelle. Come curiosità, è stato studiato l’uso del miele ulmo come fungicida nel trattamento delle malattie delle piante.

Miele di grano saraceno

È un miele dal colore molto scuro e dal sapore forte e deciso. È noto anche come grano saraceno e si distingue per il suo alto contenuto di amido. Una delle sue caratteristiche più sorprendenti è che non contiene glutine, quindi le persone con celiachia possono consumarlo. Il miele di grano saraceno ha comprovate proprietà antiossidanti.

Miele di salvia

Il miele di salvia ha un colore da giallo a verdastro e ha un sapore leggermente amaro ma non sgradevole. È molto adatto in un trattamento contro la tosse e gode anche di un effetto rilassante.

Miele di Spina di Gerusalemme

Abbiamo a che fare con un miele che cristallizza molto rapidamente con un colore giallo e un sapore abbastanza leggero. Il miele di spina di Gerusalemme riduce il cosiddetto colesterolo cattivo nel sangue e ha anche proprietà per risolvere la disfunzione erettile. Proviene dalla pianta comunemente chiamata spina di Gerusalemme, ma è anche conosciuta come cinacina, palo verde, espinillo o cina.

Miele di Evodia

Il miele, noto anche come “miele d’ape”, è molto diffuso negli Stati Uniti. Ha un aspetto simile al miele di acacia, il suo sapore è fruttato e non cristallizza facilmente. Il miele Evodia è un grande alleato nel controllo della pressione sanguigna se combinato, per esempio, con le noci.

Miele di Manuka

Il miele di Manuka ha un gusto molto personale che non è come gli altri mieli. La sua consistenza è abbastanza consistente e ha un colore scuro. Aiuta ad alleviare i dolori di stomaco e accelera la guarigione della ferita se posizionato nella zona danneggiata con una medicazione. Viene dalla Nuova Zelanda ed è considerato uno dei gioielli dei Maori, un’etnia polinesiana che vive in queste isole oceaniche. Oltre ai diversi tipi di miele, è uno dei più costosi.

Miele di colza

Il miele di colza ha un alto contenuto di glucosio e quindi cristallizza molto rapidamente. Ha un colore ambrato chiaro e il suo sapore è dolce e piacevole. Promuove anche la guarigione di ferite e anche di gravi ustioni.

Miele di girasole

Il miele di girasole è abbastanza giallo e cristallizza rapidamente. È un miele consistente, lo trovo molto gustoso… con un chiaro sapore di tubi – l’ho trovato delizioso!

Il miele più esclusivo

Il miele di corbezzolo è stato recentemente riconosciuto come prodotto d’eccellenza, soprattutto per la salute. Infatti è stato elevato ad arma contro i turmori, grazie ad uno studio condotto in Spagna e in Italia ha dimostrato la sua efficacia nel trattamento del cancro al colon.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *