Categories
Architettura

Tipi di pavimento

Ogni spazio della casa ha usi diversi. Definire quali ceramiche o materiali useremo in ognuno di essi è la chiave per investire bene il nostro denaro ed evitare la frustrazione. Consigli per decidere quali pavimenti posare.

Definire i piani che andremo a collocare nei diversi spazi della casa può metterci di fronte a qualche dilemma: vogliamo che siano belli, ma “sofferti”; abbiamo bisogno che non siano scivolosi o troppo “freddi”; che siano belli ma tollerino il traffico… Non è facile. Ecco perché è importante scoprire un po’ e sapere quali tipi di pavimenti sono ideali per ogni ambiente domestico.

Scegliere cosa mettere in ogni ambiente merita di prendersi un po’ di tempo e di evitare errori. L’acquisto di questo pavimento è costoso e anche la sua installazione è costosa: inoltre, è un vero e proprio lavoro. Condividiamo alcuni consigli su come scegliere meglio.

Quali sono i diversi tipi di pavimento

Quando cerchiamo il giusto rivestimento dobbiamo porci due domande centrali: quale materiale ci piacerebbe e per quale tipo di ambiente. È molto importante considerare l’uso e alcune domande fondamentali: quanto traffico sarà, quanto spesso sarà pulito, quanto tempo ci aspettiamo che duri e quanto sarà esposto all’umidità o all’acqua e al sole, tra le altre cose.

Le opzioni sono molteplici, e non solo per i materiali utilizzati (legno, marmo, pietra, porcellana, piastrelle, cemento levigato e molti altri), ma anche per i diversi motivi, toni e colori. Vediamo un po’.

Pavimenti in legno

Il legno è uno dei materiali più nobili disponibili ed è una scelta popolare per la sua durata e funzionalità. Possono essere facilmente combinati con i colori dei mobili e delle pareti e portano calore in ambienti impersonali e freddi.

Grazie ai plastificanti, sono facili da pulire e da mantenere, permettendo al legno di offrire un’elevata resistenza al passare del tempo.

È importante conoscere i diversi tipi di legno in termini di colore, venatura e finitura per definire ciò che è adatto ad ogni ambiente:

pavimento in legno galleggiante

  • Pino Elliotis brasiliano (WBP): questo legno è ideale per esterni, grazie all’applicazione di prodotti che lo rendono resistente all’umidità, ai funghi e agli insetti.
  • Pino delle Canarie o Pino Tea: è un classico delle case antiche, di colore chiaro con venature più scure e molto resistente. È ampiamente utilizzato perché è uno dei legni più adatti per un uso prolungato.
  • Eucalipto: colore giallastro molto chiaro e durezza accettabile, la luce del sole lo altera molto poco. In Argentina è un’opzione molto scelta perché è un bosco locale.
  • Rovere: di colore chiaro, leggermente rosato e ad alta resistenza, di solito si scurisce leggermente con la luce del sole.
  • Viraró: di colore bruno-rossastro chiaro, tollera l’usura grazie alla sua elevata durezza. È l’ideale per il traffico elevato. Si scurisce con la luce del sole. Si usa in coperta e all’aperto perché resiste bene alle intemperie.

Pavimenti in ceramica

Forniscono diverse opzioni e si caratterizzano per la loro pesantezza e durata. Sono impermeabili, il che significa che possono essere utilizzati in qualsiasi parte della casa, anche all’aperto.

Le piastrelle di ceramica rustica pre-curata sono le più comuni. Sono disponibili in dimensioni standardizzate e sono facili da posare su un adesivo sul sottofondo del materiale. Hanno uno strato non smaltato e sono resistenti. Stanno benissimo in cucina, in bagno e anche nei gazebo e nelle gallerie.

D’altra parte, la ceramica a due strati è un’opzione economica, resistente al traffico e all’usura grazie allo strato superiore smaltato.

Porcellanato / piastrelle di porcellana

Le piastrelle in gres porcellanato sono senza dubbio i grandi protagonisti delle case di oggi. La loro fabbricazione consente la produzione di lastre di grandi dimensioni, ideali in ambienti di grandi dimensioni. Sono estremamente impermeabili, in quanto sono generalmente smaltati (opachi, lucidi o satinati), e respingono l’umidità e il grasso.

Molti pezzi imitano le pietre naturali più rinomate, come quelle di Carrara o di Calacatta, tra le altre. Di successo sono anche le lastre che imitano il cemento lisciato, che hanno il vantaggio che su grandi superfici non subiscono le classiche crepe che se si soffre il pavimento in calcestruzzo. E d’altra parte, le tavole di legno di imitazione sempre più riuscite sono riuscite a guadagnarsi un posto.

Pavimenti in cemento per interni

Cemento lucidato, cemento levigato e rivestimenti in calcestruzzo hanno guadagnato terreno grazie alla loro storica impermeabilizzazione e alle loro rinnovate finiture, che raggiungono aspetti molto più moderni e molto più caldi rispetto alle versioni tradizionali.

Oggi sono molti i colori disponibili sul mercato, così come le texture e le finiture che fanno apparire questi materiali in interni minimalisti, ambienti spogliati, case di recupero, loft, loft, decorazione industriale, contemporanea o zen. È ampiamente utilizzato nella decorazione nordica.

Qui è necessario fermarsi e considerare alcune differenze. Mentre il cemento e il calcestruzzo sono moderni, durevoli e resistenti, il secondo è una lastra di cemento di almeno 7 centimetri di spessore, che può essere rifinita con diversi livelli di levigatura.

Il cemento liscio, invece, consente vari usi, disegni e forme, ma a seconda del tipo di materiale utilizzato può rompersi e perdere resistenza se non viene trattato con cura. Alcune variazioni sono molto scivolose e possono essere pericolose per alcuni ambienti che presentano umidità, come le terrazze.

Il pavimento in microcemento sta guadagnando terreno in diversi ambienti.

Pavimenti in vinile

Il vinile, il PVC e i rivestimenti galleggianti sono molto utili in alcuni ambienti, come le camere da letto dei bambini, le lavanderie e i ripostigli. Sono molto facili da pulire e resistenti all’umidità e all’acqua.

Sono una tendenza da anni perché sono un modo economico e pratico per avere un pavimento che assomiglia al legno – o al mosaico o alla ceramica – ma costa molto meno ed è facile da installare.

Sono ottimi per rivestire una vecchia piastrella o un pavimento rovinato perché possono essere facilmente applicati su altri rivestimenti.

Un altro vantaggio è che sono un buon isolante termico ed elettrico. Uno svantaggio: sembrano meno naturali.

Cosa è meglio per ogni ambiente

Ogni stanza della nostra casa ha un uso diverso e quindi un pavimento ideale per la sua funzione. Non è solo quello che ci permette di completare lo stile e l’atmosfera che vogliamo creare per quello spazio, ma quello che ci permette di usarlo con comodità e praticità.

Il pavimento è, senza dubbio, un protagonista importante di ogni ambiente. Alcune chiavi per scegliere bene:

Pavimenti della cucina

La cucina è uno spazio che ha usi molto particolari, ed è generalmente igienizzata con prodotti specifici, come sgrassanti e candeggianti. Si raccomanda di scegliere materiali che non siano influenzati dall’umidità o dal contatto diretto con l’acqua, come la ceramica o la porcellana. I legni non sono consigliati in cucina perché macchiano molto.

Per quanto riguarda i colori e i motivi, quelli troppo bianchi o troppo scuri richiedono una pulizia più frequente perché lasciano più esposte le macchie o lo sporco.

Bagni

Poiché la situazione è simile a quella della cucina, optare per varianti sensibili all’umidità e al flusso costante dell’acqua può essere un errore che finirà per costarci caro.

In bagno, l’umidità è il problema più grande. Dobbiamo scegliere un pavimento che possa essere facilmente pulito e che prevenga i problemi di muffa. Anche in questo caso, la ceramica, la porcellana o le piastrelle possono essere d’aiuto.

Soggiorno / living

Senza dubbio, il soggiorno è l’ambiente che ci dà più libertà quando si tratta di scegliere un appartamento. I boschi e quelli galleggianti sono molto belli perché sono caldi e hanno una buona temperatura.

A seconda del tipo di decorazione generale della casa, possiamo scegliere materiali freddi ma eleganti e/o signorili, come il pavimento in marmo o granito o qualche porcellana che li imita.

Anche il cemento liscio combinato con il legno è molto utilizzato.

Camere da letto

Qui il comfort deve andare di pari passo con gli aspetti estetici. I materiali freddi possono essere estremamente sgradevoli in inverno, quando nelle prime ore del mattino bisogna alzarsi dal letto a piedi nudi per andare in bagno, ad esempio.

Il legno (il famoso parquet, che non è mai obsoleto e crea un’atmosfera molto calda), i pavimenti in legno galleggianti o i pavimenti in laminato sono di solito ideali per decorare la stanza.

Naturalmente il tipo di riscaldamento sarà importante nella definizione del pavimento. Se abbiamo il riscaldamento a pavimento, le opzioni possono essere varie come nel soggiorno.

Pavimenti per esterni

I rivestimenti in pietra sono usati molto perché sono molto resistenti e hanno un aspetto molto bello, e non richiedono molta cura. Sono anche un’alternativa molto popolare per i marciapiedi.

Le opzioni di ciottoli sono di moda e sono ottime per patii e garage rustici. Nel giardino, i ponti in legno sono l’ultima moda (si può leggere: Idee per decorare i giardini: angoli di pace e di piacere).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *