Categories
Tecnologia

Tipi di firme

Se quando sentite la parola “firma” la prima cosa che vi viene in mente è la carta, la penna e una sorta di “scarabocchio” fatto con la vostra scrittura, vi servirà per sapere che ci sono diversi modi di firmare e ognuno di essi ha caratteristiche diverse, rendendoli più affidabili, sicuri e veloci degli altri.

Ma… cos’è una firma?

È un mezzo utilizzato per verificare l’identità di una persona. Quando utilizziamo la nostra firma su un documento si intende che esso è compreso, accettato e legalmente vincolante.

Tipi di firme

I progressi tecnologici hanno generato strumenti che ci permettono di firmare elettronicamente. Questo ci aiuta a ridurre il tempo necessario per raccogliere le firme necessarie su un documento legale, nonché il costo, soprattutto quando le parti si trovano in città diverse.

Firma autografa

Insieme di segni modellati dalla mano e dalla lettera dell’emittente.

La firma autografa è un insieme di caratteri che una persona usa per dare il consenso. Ci sono persone che scrivono semplicemente il loro nome e altre che hanno firme più complesse.

Firma digitale semplice

Uno strumento che permette di identificarsi elettronicamente e di esprimere il proprio consenso in modo digitale.

Probabilmente conoscete più di un tipo di firma elettronica semplice. Alcuni esempi sono:

Identificazione e verifica dell’identità di una persona attraverso un nome utente e una password.

Firmare con una penna elettronica o con il dito su una tavoletta o un cellulare per raccogliere la firma. Anche una scansione della firma autografa può essere considerata una semplice firma elettronica.

Dare il consenso accettando una casella di controllo.

Questi tipi di firme sono spesso utilizzati sul web, sia per effettuare acquisti su Internet, sia per accettare termini e condizioni quando si scarica un programma o un’applicazione, ecc.

Firma elettronica avanzata (AES)

Chiamata anche firma elettronica qualificata (nell’UE) o firma elettronica qualificata. È uno strumento che permette la generazione di firme elettroniche che, per le loro caratteristiche tecniche, non vengono rifiutate dalle autorità.

Per ottenerla vengono raccolti dati biometrici come la scansione dell’iride, l’impronta digitale, la firma autografa e una fotografia dell’interessato.

Il Certificato (.CER) costituisce una carta d’identità e contiene il vostro nome, RFC e CURP. Viene anche chiamata chiave pubblica, in quanto chiunque può accedervi.

La chiave privata (.KEY) è protetta con la vostra password di accesso e garantisce che solo voi possiate usare il vostro CAMPO per firmare.

Legalmente, qual è la firma più sicura?

È comune che le persone considerino la firma autografa come la forma più forte di prova della validità di una firma in tribunale. Tuttavia, la firma autografa può essere messa in discussione per la facilità con cui può essere falsificata, quindi in tribunale la firma autografa può essere ripugnante. Lo stesso vale per le firme elettroniche semplici.

Nelle firme elettroniche avanzate questo non accade, in quanto hanno caratteristiche che l’autografo e le firme elettroniche semplicemente non hanno.

A differenza di altri tipi di firma, la FEA dispone di diversi strumenti legali che la supportano, come l’Advanced Electronic Signature Act e il Codice Commerciale. L’articolo 8, sezione V della legge FEA stabilisce che una firma elettronica avanzata è irrevocabile se è coperta da un certificato digitale valido e attuale.

Il certificato digitale è ottenuto attraverso dati biometrici che collegano l’identità del proprietario con il suo certificato. A sua volta, la chiave privata è protetta da una password, conosciuta solo dal titolare.

È importante ricordare che la stessa Legge stabilisce che la FEA può sostituire legalmente la firma autografa in un contratto o in un documento (art. 2, sezione XIII, e artt. 7 e 8). Tuttavia, la firma elettronica avanzata fornisce al documento un maggiore supporto legale, in quanto è irrevocabile.

Un altro punto importante da menzionare è che la FEA ha la presunzione legale (la legge presuppone che la persona che ha firmato il documento sia responsabile dell’atto). Se in un processo la vostra controparte volesse negare la sua firma, l’onere della prova ricadrebbe su di lui, quindi avreste un importante vantaggio nel processo.

Requisiti avanzati per la firma elettronica

La FEA deve soddisfare tre requisiti per garantire la sua integrità* previsti dalla riforma del 2000 del Codice di Commercio:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *