Categories
Alimentazione & Cucina

Quanti tipi di mele ci sono?

La mela è uno dei frutti più popolari al mondo. Dal punto di vista nutrizionale, la mela è uno dei frutti più completi e arricchenti della dieta. Hanno l’85% di acqua nella loro composizione, motivo per cui sono utilizzati in una grande varietà di ricette.

Quanti tipi di mele di sono?

Come per molti altri frutti, la concezione dei consumatori delle varietà di questo frutto è ancora limitata, anche se si stima che esistano più di 7.500 tipi di mele al mondo : se come dice il proverbio dovremmo consumarne una al giorno, ci vorrebbero circa 20 anni per poterle degustare tutte!

Per gli spuntini tra un pasto e l’altro sono anche un buon spuntino perché sono molto benefici per i denti. Quando si mangia questo frutto, si massaggiano le gengive e si stimola la produzione di saliva, che risciacqua la bocca.

Quali tipi di mela?

Ecco una veloce lista delle varietà di mele più famose, che sono sicuro avrete già assaggiato in precedenza, divise tra

  • varietà dolci
  • varietà mix dolci e acide
  • varietà acide

Mele varietà dolci

  • Red delicious : emblematica degli Stati Uniti, dal rosso scuro, forma allungata e grande. È dolce e croccante e la sua buccia è spessa e leggermente amara. È ideale per mangiare al naturale. Tuttavia, la cottura al forno non è raccomandata.
  • Golden delicious: sono diversi dai red delicious, anche se sono stati nominati dalla stessa azienda, la Stark Brothers. La loro pelle è più sottile, sono più dolci, più sode e più succose; inoltre, sono più arrotondate. Anche se sono buone anche crude, resistono meglio al forno e non si sbriciolano.
  • Gala: Sono splendidamente proporzionati, con pelle sottile e di colore giallo dorato con un delicato rossore rossastro. Sono un incrocio tra la Golden Delicious e la Kidd’s Orange Red della Nuova Zelanda . Con polpa giallastra e dolce, è buono come spuntino, ma il suo sapore delicato sfuma al forno.

Mele tra il dolce e l’acido

  • Granny Smith: Sono state le prime mele verdi americane. Il loro sapore è un piacevole equilibrio tra dolcezza e acidità e sono di notevole durata (alcuni rimangono in buone condizioni fino a sei mesi dopo la raccolta). È ideale per la preparazione di salse e composte.
  • McIntosh: La sua storia risale al contadino John McIntosh, che li ha sviluppati in Ontario, Canada, nel 1870. È il più venduto negli Stati Uniti. È rosso e rotondo, con alcune striature verdastre e carni bianche, aromatico e molto succoso. Sono buone in torta, cotte al forno e naturali.

Varietà di mele più acide

  • Winesap: Hanno una piacevole acidità e note speziate e vinose. Non a tutti piace mangiarli crudi, anche se chi li gusta lo fa con grande gusto. Hanno personalità e sono più piccole di altre varietà, ma il loro colore è più intenso e la loro forma è molto attraente. Non sono molto facili da ottenere, e di solito vengono utilizzati per produrre sidro.
  • Rome Beauty: Originario di Rome, Ohio. Sono rotondi e leggermente appiattiti, con polpa croccante e sapore delicatamente acido. La loro pelle è molto spessa, quindi non sono ideali grezzi, ma sono ottimali per la produzione di sidro o per la cottura al forno.
  • Gravenstein: Risalgono al 1700, negli Stati Uniti. Buccia fine e molto succosa, il suo sapore è un po’ acido ed evoca alcuni vini bianchi. Produce sidro interessante ed è ottimo per la cottura, anche se è raro al giorno d’oggi.

Preparare con le mele

Le mele migliori per fare vino e sidro sono quelle acide: il Winesap, la Roma e il Gravenstein. Nella maggior parte dei casi, se avete bisogno di mele nella cottura di un dolce, la Granny smith sarà la scelta più indicata.

Sconsigliamo di cuocere la Red delicious o il Gala perché il loro sapore svanisce con il calore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *