Categories
Piante & natura

Tipi di orchidee

Sono una delle piante che si amano di più e che sono più presenti in molte case. Tuttavia, la scoperta dei tipi di orchidee apre un vero e proprio orizzonte di forme, colori e peculiarità dei fiori. Perché anche se la Phalaenopsis è, senza dubbio, la regina della popolarità, è interessante conoscere i molti altri tipi di orchidee che vivono insieme in una delle famiglie botaniche più estese della natura.

E diciamo ampia perché è interessante sapere che c’è una presenza di orchidee nel mondo naturale in qualsiasi clima. Qualcosa che permette di avere la prova di oltre 30.000 varietà naturali che sono distribuite in tutta la lunghezza e la larghezza del pianeta nei climi più disparati.

Ormai avrete sicuramente scoperto la versatilità delle orchidee come elemento naturale nella decorazione della vostra casa. Ma facciamo un passo avanti e scopriamo le tante tipologie che possono farci godere della loro eleganza e bellezza.

Dieci tipi di orchidee

È chiaro che non possiamo parlare di tutti i tipi di orchidee che esistono in questo post. Tuttavia, cercheremo di guardare a dieci dei generi di orchidee più comuni di cui possiamo godere nel nostro clima. Oppure, quello che è lo stesso, quelli che possiamo trovare nei centri di giardinaggio (come i nostri negozi Verdecora o nel nostro negozio online) per decorare la nostra vita.

Phalaenopsis

Come diciamo nel titolo di questo post, il tipo di orchidea più popolare. Le caratteristiche principali delle Phalaenopsis sono i suoi fiori a forma di farfalla (che possono essere di un unico colore o combinare diverse tonalità, e nascono dagli steli floreali) e le sue foglie carnose (di un colore verde intenso).

Dendrobio

Un’altra delle specie più comuni per chi ha già iniziato nel mondo delle orchidee. Le orchidee dendrobium si caratterizzano sia per le loro foglie molto più strette e appuntite rispetto alle Phalaenopsis, sia per la loro distribuzione (nascono direttamente dal fusto centrale). Infatti, è la distribuzione delle foglie che contraddistingue questa enorme famiglia in cui possiamo trovare fiori tra i più dispersi ma con una massima comune: la sua incredibile bellezza.

Cymbidium

Il primo tipo di orchidea coltivata indoor per la facilità di cura. Al di là della varietà dei loro fiori, i Cymbidium sono apprezzati perché sono solitamente profumati e, inoltre, mantengono a lungo la loro fioritura. La pianta (con foglie perenni) si sviluppa da pseudobulbi, una delle caratteristiche principali per poterli differenziare.

Cattleya

La prima delle orchidee che sono arrivate in Europa e in modo molto curioso: in una borsa diplomatica e dal Brasile. Al di là di questo aneddoto, la Cattleya è uno dei tipi di orchidee più coltivati dagli amanti delle orchidee di tutto il mondo. Cresce anche da pseudobulbi ma, a differenza di altre orchidee simili, in questo caso gli steli hanno pochi fiori ma sono sempre grandi – uno spettacolo naturale!

Vanda

Forse il più sorprendente di tutti perché nella maggior parte dei casi sono commercializzati così come sono nel loro habitat naturale: sospesi nell’aria. Sono un esempio di orchidea aerea che si nutre dell’umidità dell’ambiente, quindi se scegliamo di averla in casa nostra dovremo spruzzare regolarmente acqua sulle sue radici. Una delle sue caratteristiche più uniche è la spettacolare dimensione dei suoi fiori.

Cambria

A differenza di tutte le orchidee che abbiamo visto finora, Cambria sono le uniche orchidee che non riusciremo a trovare nel mondo naturale in quanto sono il risultato di molteplici ibridi. Crescono anche da pseudobulbi e hanno una grande varietà di tipi di fiori.

Oncidium

Sono molto popolari anche per il gran numero di piccoli fiori che popolano i loro rami (proprio per questo sono soprannominati “Dancing Lady”). Gli Oncidium sono per lo più gialli con leggere sfumature tra l’arancione e il rosso. Anche gli steli dei fiori emergono da uno pseudobulbo, così come le foglie, che sono più strette e meno carnose rispetto ad altri tipi di orchidee.

Brassia

Chiamata anche “orchidea ragno” per la morfologia dei suoi fiori, che hanno un’incredibile somiglianza con questi aracnidi. Sia gli steli floreali che i fiori nascono dagli pseudobulbi alla base della pianta.

Cattleya

La prima delle orchidee che sono arrivate in Europa e in modo molto curioso: i frutti sono arrivati in una borsa diplomatica e dal Brasile. Al di là di questo aneddoto, la Cattleya è uno dei tipi di orchidee più coltivati dagli amanti delle orchidee di tutto il mondo. Cresce anche da pseudobulbi ma, a differenza di altre orchidee simili, in questo caso gli steli hanno pochi fiori ma sono sempre grandi – uno spettacolo naturale!

Vanda

Forse il più sorprendente di tutti perché nella maggior parte dei casi sono commercializzati così come sono nel loro habitat naturale: sospesi nell’aria. Sono un esempio di orchidea aerea che si nutre dell’umidità dell’ambiente, quindi se scegliamo di averla in casa nostra dovremo spruzzare regolarmente acqua sulle sue radici. Una delle sue caratteristiche più uniche è la spettacolare dimensione dei suoi fiori.

Cambria

A differenza di tutte le orchidee che abbiamo visto finora, Cambria sono le uniche orchidee che non riusciremo a trovare nel mondo naturale in quanto sono il risultato di molteplici ibridi. Crescono anche da pseudobulbi e hanno una grande varietà di tipi di fiori.

Oncidium

Sono molto popolari anche per il gran numero di piccoli fiori che popolano i loro rami (proprio per questo sono soprannominati “Dancing Lady”). Gli Oncidium sono per lo più gialli con leggere sfumature tra l’arancione e il rosso. Anche gli steli dei fiori emergono da uno pseudobulbo, così come le foglie, che sono più strette e meno carnose rispetto ad altri tipi di orchidee.

Brassia

Chiamata anche “orchidea ragno” per la morfologia dei suoi fiori, che hanno un’incredibile somiglianza con questi aracnidi. Sia gli steli floreali che i fiori nascono dagli pseudobulbi alla base della pianta.

Zigopetalum

Molto apprezzato per le composizioni floreali, sia per la spettacolarità dei suoi fiori (che di solito hanno colori viola, viola e lilla) che per la sua leggera fragranza. Inoltre, i fiori di Zygopetalum sono tra i più resistenti di tutti i tipi di orchidea.

Epidendrum

Al di là del fatto che in questo genere si può trovare un’ampia varietà di fiori, il principale vantaggio dell’orchidea Epidendrum è la facilità di coltivazione. Anche se i loro fiori non sono così spettacolari come in altri tipi di orchidee, sono certamente perfetti per chi ha bisogno di perdere la paura della coltivazione delle orchidee. Si adattano bene a diversi ambienti e, inoltre, sono inclini a riprodursi attraverso i keiki.

E potremmo continuare a scoperchiare i tipi di orchidee perché, come abbiamo detto all’inizio, la gamma di varietà è enorme. Anche se la lasciamo alle dieci, una cosa ci è chiara: in ogni caso, qualsiasi orchidea diventerà la protagonista assoluta della nostra casa con la sua bellezza.

Un’autentica signora naturale, ideale per aggiungere personalità alla decorazione di qualsiasi spazio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *