Categories
Costume & psicologia

Tipi di comunicazione

La comunicazione è l’azione di scambio di informazioni, sia tra due o più persone, con lo scopo di trasmettere e ricevere informazioni (scritte, emotive, ecc.). La persona (o le persone) che invia le informazioni è il mittente e la persona che le riceve è il destinatario. Il mezzo con cui il messaggio viene trasmesso è il canale.

Ma questo schema relativamente semplice non copre tutta la complessità del processo, perché in realtà esistono molti tipi di comunicazione, non uno solo. In questo articolo vedremo le loro caratteristiche e cosa significa saperle padroneggiare bene.

Le capacità di un buon comunicatore

Essere un buon comunicatore è la chiave per le relazioni personali, per il successo della propria carriera professionale e anche per la salute emotiva delle persone. In altre parole, essere un comunicatore competente è necessario per avere successo in questa vita.

Se c’è una cosa che caratterizza le persone che sono più felici, è che sono comunicatori competenti, che li aiutano ad affrontare le situazioni della loro vita quotidiana nel modo più soddisfacente. Ad esempio, quando si risolve un litigio con il partner o quando si fa domanda per un lavoro. Fortunatamente, le capacità di comunicazione possono essere apprese.

Ma quali sono queste capacità di comunicazione? I buoni comunicatori sono noti per la padronanza di queste capacità:

  • Ascolto attivo
  • Empatia
  • Convalida emotiva
  • Linguaggio non verbale
  • Risoluzione dei conflitti
  • Negoziazione
  • Lingua verbale
  • Leggi
  • crivi
  • Rispettare
  • Persuasività
  • Credibilità


Tuttavia, per capire bene come trarre vantaggio dall’atto di comunicare, è necessario conoscere i tipi di comunicazione.

Tipi di comunicazione

Come abbiamo visto, al di là dello schema di base del processo di trasmissione di un messaggio, esistono diversi tipi di comunicazione, poiché i trasmettitori possono essere diversi e le informazioni che vengono inviate e il canale attraverso il quale circolano possono essere diversi. Qui di seguito trovate la classificazione delle varie forme di comunicazione, secondo vari criteri:

Comunicazione verbale e non verbale

Due tipi di comunicazione di cui si parla spesso molto sono la comunicazione verbale e quella non verbale. Questa classificazione dicotomica si riferisce alla verbalizzazione o meno del messaggio.

Comunicazione verbale

La comunicazione verbale è caratterizzata dall’uso delle parole nell’interazione tra mittente e destinatario.

Ci sono due tipi, in quanto le parole o la lingua possono essere espresse sia in forma orale che scritta:

  • Comunicazione orale: si fa attraverso segni orali o parole. Gridare, piangere o ridere sono anche comunicazione orale.
  • Comunicazione scritta: avviene attraverso codici scritti. Anche i geroglifici, gli alfabeti o i loghi appartengono a questo tipo di comunicazione.

Anche se la comunicazione verbale è la più esplicita ed evidente, dato che è regolata da una serie di regole che impiegano diversi anni per imparare e che ci permettono di trasmettere unità di significato relativamente chiare e spesso anche concise, dobbiamo tenere presente che dietro di essa ce n’è anche un’altra come o più importante di questa che, inoltre, può modificare il significato della prima.

Si tratta di una comunicazione non verbale, che vedremo di seguito.

Comunicazione non verbale

Questo tipo di linguaggio si realizza senza l’uso di parole e, in molti casi, inconsapevolmente. Movimenti del corpo, posture, sguardi, sguardi, sedersi e camminare sono alcuni esempi.

Nella maggior parte dei casi, sia l’emissione dei messaggi che la loro interpretazione sono processi eseguiti automaticamente, anche involontariamente.

Questo perché questo tipo di comunicazione è quello che ha avuto più importanza nella nostra storia evolutiva, in fasi evolutive in cui l’uso delle parole non esisteva ancora.

Tuttavia, i messaggi legati alla comunicazione non verbale sono relativamente ambigui e di difficile interpretazione, poiché, a differenza del tipo precedente, non sono governati da regole concordate ed esplicitamente apprese.

Tipi di comunicazione a seconda del numero di partecipanti

Il tipo di comunicazione può variare a seconda delle persone coinvolte nell’interazione comunicativa

Individuale

In questo tipo di comunicazione, solo un mittente e un destinatario interagiscono, cioè la comunicazione avviene da individuo a individuo.

È un quadro di interazioni caratterizzato dalla privacy e dall’impossibilità di cercare di influenzare un pubblico o una terza persona che osserva.

Collettivo

Questo tipo di comunicazione avviene quando ci sono più di due persone che si scambiano messaggi.

In questi casi, ci può essere una situazione in cui, anche se una persona si rivolge all’altra nel suo discorso, si intende avere un effetto non su di lei, ma sul resto della gente.

Intrapersonale

Questo tipo di comunicazione avviene quando una persona comunica con se stessa.

Ad esempio, quando qualcuno deve prendere una decisione e motivare le soluzioni. Si discute se possa davvero essere considerata comunicazione.

Interindividuale

La comunicazione interindividuale avviene quando due persone comunicano, verbalmente o non verbalmente, esprimendo fondamentalmente dei sentimenti.

Intragruppo

Questo tipo di comunicazione avviene quando due o più persone appartenenti allo stesso gruppo o a un collettivo comunicano tra loro.

Intergruppo

La comunicazione intergruppo si riferisce alla comunicazione che esiste tra i gruppi. Per esempio, tra artisti e un gruppo di spettatori.

Comunicazione di massa

La comunicazione di massa si riferisce all’interazione tra un singolo mittente e un ricevitore o pubblico di massa. Il destinatario deve essere: un gruppo numeroso di persone, eterogeneo e anonimo.

A seconda del canale sensoriale

A seconda del canale sensoriale, è possibile differenziare i diversi tipi di comunicazione:

Comunicazione visiva

In questo tipo di comunicazione, i messaggi (ad esempio le idee) vengono trasmessi attraverso il mezzo visivo e sono percepiti attraverso la vista.

Comunicazione uditiva

È un tipo di comunicazione in cui i messaggi e le informazioni sono percepiti attraverso l’orecchio. Per esempio, la musica. Naturalmente, si tratta di uno dei tipi di comunicazione più utilizzati, in quanto è in grado di collegare due persone su una distanza relativamente grande e rende anche facile individuare la fonte del messaggio, cosa che non accade con l’odore, ad esempio.

Comunicazione tattile

Nella comunicazione tattile, l’informazione è percepita attraverso il tatto, di solito attraverso la pelle o la scrittura in Braille.

Comunicazione olfattiva

Il messaggio ricevuto attraverso il percorso olfattivo modella la comunicazione olfattiva. Per esempio, l’atto di percepire le informazioni che una persona dà con il suo odore.

Come la comunicazione uditiva, il messaggio può percorrere lunghe distanze, ma in questo caso non è facile localizzare la fonte o stabilire una sequenza di informazioni. Tuttavia, il messaggio rimane nell’ambiente molto più a lungo dei suoni.

Comunicazione del gusto

È un tipo di comunicazione in cui le informazioni vengono inviate attraverso il gusto. Ad esempio, quando uno “chef” prepara una ricetta per un gruppo di commensali Purtroppo, in questo tipo di comunicazione le informazioni sono di solito limitate alle proprietà chimiche dell’elemento da assaporare, e non ci sono dati precisi o catene di informazioni.

Secondo il canale tecnologico

A seconda del canale tecnologico, i tipi di comunicazione possono essere

Comunicazione telefonica

È la comunicazione che avviene attraverso l’apparecchio telefonico. Che sia fisso o mobile. Permette di interagire con persone che sono lontane.

Comunicazione virtuale o digitale

La comunicazione virtuale o digitale è la comunicazione che avviene grazie al mondo connesso attraverso Internet. Comprende sia una conversazione via Skype che la scrittura del mittente e la lettura del destinatario di un post sul blog.

Comunicazione televisiva

La comunicazione che avviene attraverso la televisione è la comunicazione televisiva.

Comunicazione cinematografica

È la comunicazione che avviene attraverso il grande schermo e grazie a lungometraggi o produzioni cinematografiche.

A seconda dell’uso o dello scopo

A seconda dello scopo o dell’obiettivo della comunicazione, questo può essere

Comunicazione pubblicitaria

Questo tipo di comunicazione avviene quando un’azienda invia un messaggio, di solito a un gruppo di consumatori, per far conoscere il proprio marchio o per vendere un prodotto. In questo caso, il principale interessato è il mittente, che vuole vendere qualcosa.

Comunicazione giornalistica

È la comunicazione che viene fatta attraverso diversi media con lo scopo di informare il destinatario dal punto di vista giornalistico.

Comunicazione educativa

Il contenuto di questo tipo di comunicazione è educativo. Ad esempio, quando uno studente frequenta una classe in cui il suo insegnante insegna una materia.

Comunicazione politica

L’informazione di questo tipo è politica e il contenuto è spesso fortemente ideologico. Ad esempio, quando qualcuno partecipa a un dibattito in cui l’emittente è un politico che sta cercando di ottenere il suo voto. A differenza della pubblicità, la propaganda non ha lo scopo di incoraggiare le persone ad acquistare, ma di cambiare la mentalità dei destinatari.

Altri tipi di comunicazione

Ci sono anche altri tipi di comunicazione:

Comunicazione attraverso la segnaletica

Questo tipo di comunicazione si riferisce a quello utilizzato dai sordomuti e dal loro ambiente per stabilire un canale di comunicazione con i loro circoli sociali, siano essi costituiti da altri sordi o da persone con problemi di udito.

Comunicazione organizzativa

La comunicazione organizzativa si riferisce alla comunicazione che avviene all’interno delle aziende e dalle aziende verso l’esterno. Si chiama anche comunicazione aziendale.

Comunicazione verticale

La comunicazione verticale è un tipo di comunicazione che avviene tra diversi livelli o posizioni gerarchiche all’interno di un’organizzazione. Ci sono due tipi:

Comunicazione dal basso verso l’alto: dai dipendenti al top management.
Comunicazione discendente: dall’alta direzione ai dipendenti.

Comunicazione orizzontale

Un altro tipo di comunicazione organizzativa che avviene all’interno dello stesso livello. Ad esempio, tra reparti con lo stesso grado gerarchico o tra lavoratori dello stesso ufficio.

Comunicazione sessuale

Il contenuto della comunicazione è di natura sessuale. Sia attraverso il linguaggio verbale che inviando immagini attraverso WhatsApp, noto come “Sexting”.

Comunicazione emotiva

La comunicazione emotiva si riferisce al fatto che il contenuto è di natura emotiva. Può essere verbale, quando si esprimono sentimenti, o non verbale, per esempio, quando si ride o si piange.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *