Categories
Corpo & salute

Tipi di cancro

Il cancro, purtroppo, è una malattia di cui si parla molto spesso in questi giorni. Secondo le stime del Ministero della salute, entro nel 2018 ne sono stati diagnosticati 373mila e per il 2019 sono stimati 371mila nuovi casi in Italia.

Allo stesso modo, la stessa istituzione afferma che il futuro è allarmante, poiché tenendo conto delle previsioni delle Nazioni Unite (ONU), si stima che nel 2020 saranno diagnosticati 246.713 nuovi casi di cancro in Spagna, 97.715 nelle donne e 148.998 negli uomini.

Cos’è il cancro?

Il nostro corpo è composto da milioni di miliardi di cellule, così piccole da poter essere viste solo al microscopio. Queste cellule si raggruppano per formare i tessuti e gli organi del nostro corpo, e tra di loro troviamo una grande diversificazione in quanto svolgono funzioni diverse. Con questa integrazione coprono le esigenze vitali di un organismo, come il mantenimento della struttura del corpo, l’alimentazione e la respirazione.

Il cancro si verifica quando le cellule normali diventano cancerose, cioè si moltiplicano in modo incontrollato e invadono gli organi o i tessuti adiacenti.

Tipi di cancro

I tumori possono iniziare ovunque nel corpo e sono nominati e classificati in base a diverse caratteristiche. Ma quali tipi di cancro esistono? Le spieghiamo qui di seguito.

Tipi secondo la loro prognosi (benigni o maligni)

Anche se molti pensano che la parola cancro e il termine tumore siano la stessa cosa, non è così. I tumori possono essere benigni o maligni. Se il tumore è benigno, le cellule si moltiplicano in modo incontrollato ma non si diffondono in altre parti del corpo. Il tumore benigno di solito non è in pericolo di vita, ma se non viene trattato precocemente può diventare maligno o canceroso.

Il tumore maligno o il cancro si verifica quando le cellule incontrollate si diffondono in altre aree del corpo, che viene chiamato metastasi.

Tipi di cancro secondo l’origine

A seconda dell’origine, i tumori hanno nomi specifici. Per esempio:

  • Cancro al seno
  • Cancro ai polmoni
  • Cancro al colon
  • Cancro alla prostata
  • Cancro al rene

A seconda del tipo di tessuto

La Classificazione Internazionale delle Malattie per l’Oncologia (ICD-O) è in uso da quasi 25 anni ed è considerata uno strumento prognostico e diagnostico per la codifica dei tumori e dei tumori.

Secondo la terza edizione di questo manuale, ci sono sei tipi di cancro:

Carcinoma

Questo è il tipo di cancro più comune, e ha origine nello strato epiteliale delle cellule. Queste cellule sono quelle che rivestono l’intera superficie del corpo così come le strutture interne e le cavità. I carcinomi possono manifestarsi in diverse parti del corpo, ad esempio nei polmoni, nel seno, nella prostata e nel colon.

Ci sono diversi tipi di carcinomi:

  • Carcinoma embrionale: ha origine nelle cellule dei testicoli e delle ovaie.
  • Carcinoma in situ: non è ancora nella fase iniziale e non si è diffuso. Vengono rimossi con la chirurgia.
  • Carcinoma di origine sconosciuta: il suo luogo di origine non è noto.
  • Carcinoma invasivo: è un carcinoma che ha invaso altre aree. Si chiama carcinomatosi.

Sarcoma

Il sarcoma è un tumore maligno dei tessuti connettivi, compresi muscoli, ossa, cartilagine e grasso.

A seconda della fonte, ci sono diversi sottotipi di sarcoma:

  • Osteosarcoma: sarcoma osseo
  • Condrosarcoma: sarcoma cartilagineo
  • Leiomyosarcoma -effetti sui muscoli lisci
  • Rabdomiosarcoma: impatto sui muscoli scheletrici
  • Mesotelioma – colpisce il tessuto che riveste i polmoni e la cavità toracica (pleura), l’addome (peritoneo), o il sacco che contiene il cuore (pericardio)
  • Fibrosarcoma -infetti il tessuto fibroso
  • Angiosarcoma. Ha il suo effetto sui vasi sanguigni
  • Liposarcoma -sarcoma che colpisce il tessuto adiposo o
  • Glioma: ha origine nel cervello o nel midollo spinale. Nasce dalle cellule gliali
  • Mixosarcoma: si verifica nei primi tessuti connettivi embrionali)

Mieloma

Il mieloma o mieloma multiplo è un tumore cancerogeno che ha origine nelle plasmacellule del midollo osseo. Le plasmacellule normali sono un componente importante del sistema immunitario, in quanto il sistema immunitario è composto da diversi tipi di cellule che agiscono insieme per combattere malattie e infezioni. Per esempio, i linfociti.

Leucemia

La leucemia è un tipo di cancro del sangue che colpisce circa 5.000 persone ogni anno in Spagna. La leucemia si verifica quando diverse cellule diventano cancerose e colpiscono il midollo osseo. Anche se potrebbe sembrare che la leucemia e il mieloma (spiegato nel punto precedente) siano gli stessi, in realtà non è così.

Potreste avere ancora più dubbi quando sentirete il nome di un tipo di leucemia chiamata leucemia mieloide. Beh, il mieloma multiplo e la leucemia mieloide coinvolgono diversi tipi di cellule. Anche se le cellule colpite dalla leucemia si trovano anche nel midollo osseo, non sono plasmacellule.

Le leucemie possono essere classificate in base a diversi criteri:

In base alla loro storia: “de novo”, quando non c’è un processo precedente; e “secondario”, quando c’è un processo precedente (per esempio, la malattia del sangue) che porta alla leucemia.
Basato sulla trasformazione e sulla velocità: “leucemia acuta”, se lo sviluppo è rapido; e “leucemia cronica”, cioè di lenta progressione.
A seconda del loro luogo di origine: “linfoblastico”, che colpisce i linfociti; e “mieloblastico” (mieloide o mieloide), che colpisce la cellula precursore della serie mieloide o serie rossa, come i globuli rossi e le piastrine.

Linfoma

Se ci potrebbe essere un dubbio tra leucemia e mieloma, anche i termini linfoma e leucemia possono confondere. Ma la leucemia è spesso chiamata cancro liquido perché colpisce il sangue, mentre i linfomi sono conosciuti come tumori solidi perché hanno origine nei linfonodi.

I linfomi sono classificati in due modi: linfoma di Hodgkin e linfoma non Hodgkin. Questi tipi di linfomi sono diversi per comportamento, diffusione e trattamento.

Tipi misti

Questi tumori tumorali sono caratterizzati dalla presenza di due o più componenti cancerose. Sono rari e possono essere causati da una prognosi sfavorevole. Un tipo misto di cancro è, ad esempio, il carcinosarcoma, una miscela di carcinoma e sarcoma. In altre parole, si tratta di un cancro del tessuto epiteliale e allo stesso tempo del tessuto connettivo, osseo, cartilagineo o grasso. Tuttavia, ci sono altri rari “tumori di tipo misto” come il tumore mesodermico misto, il carcinoma adenosquamoso o il teratocarcinoma.

Tipi di cancro per grado

Secondo il grado di evoluzione, il cancro può essere classificato in 4 livelli. Maggiore è la differenziazione o l’anomalia e maggiore o minore è la velocità dell’evoluzione, maggiore è il numero di livelli.

I gradi di questa classificazione, proposta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), “dovrebbero essere considerati come gradi di malignità e non come stadi di malignità, indipendentemente dal fatto che certi tumori di grado III o IV siano il risultato di una trasformazione maligna di un tumore preesistente”, secondo questa istituzione. Pertanto, secondo il grado, l’OMS classifica i tumori in

Grado basso o avanzamento lento

A seconda che abbiano o meno un carattere circoscritto

  • Grado I: evoluzione lenta e limiti circoscritti. Migliore prognosi rispetto al grado II
  • Grado II: Lentamente in evoluzione ma con limiti diffusi ed estensione imprecisa. Prognosi più bassa rispetto al grado I

Di alta qualità e in rapida crescita

A seconda della prognosi e del grado di anomalia.

  • Grado III: I focolai anaplastici (cellule scarsamente differenziate o indifferenziate) danno ad un tumore esistente un’etichetta di grado III, cioè di basso grado.
  • Grado IV: Questo è il più grave, e le cellule indifferenziate occupano tutte o la maggior parte del tumore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *