Categories
Piante & natura Scienze

Tipi di disastri naturali

Le cosiddette catastrofi o disastri naturali sono fenomeni provenienti da diverse aree della natura che spesso si verificano in modo inaspettato, causando ogni tipo di danno all’umanità.

Si verificano in modi diversi e per motivi diversi, causando morte e distruzione in tutto il mondo. Ma cosa sono le calamità naturali e quali tipi di calamità esistono? Come sono classificate?

Classificazione dei disastri naturali

Le catastrofi naturali possono essere suddivise in quattro categorie a seconda delle caratteristiche di ciascuna di esse. E questi sono:

  • Disastri idrologici: sono tutti quei disastri che si verificano da frma imprevedibili e nell’acqua, come, ad esempio, lo tsunami, la tempesta e le inondazioni.
  • Disastri meteorologici: sono tutti quei disastri che hanno a che fare con il clima, e richiedono uno studio per definire il loro comportamento e la possibilità di colpire un particolare luogo. Tra i disastri che appartengono a questa categoria possiamo trovare: tifone, fronti freddi e caldi, fenomeni di El Niño e La Niña, tornado, tempesta tropicale, uragano, nevicate, siccità e trombe d’acqua.
  • Disastri geofisici: sono quelli che si formano o sorgono dal centro del pianeta o dalla superficie terrestre e che influenzano in modo significativo il ritmo della vita umana. Tra i disastri che appartengono a questo gruppo possiamo trovare: valanghe, frane, tempeste solari, terremoti ed eruzioni vulcaniche, incendi, cedimenti del terreno ed eruzioni di calce.
  • Disastri biologici: sono tutti quelli che nascono grazie all’origine animale e che in qualche modo colpiscono l’ambiente e l’umanità. Il più importante dei disastri biologici è la marea rossa. Altri esempi possono essere: pestilenze, epidemie, infezioni, tra gli altri.

I 5 disastri naturali più pericolosi

L’ONU distingue tra i disastri causati dall’uomo (tecnologici) e quelli strettamente naturali. Qui di seguito vi diciamo quali di questi ultimi sono i più pericolosi.

Inondazioni

A causa di forti piogge o di flussi straordinari nei bacini idrici o nei fiumi, l’acqua invade le zone di terra. Più il pendio è ripido, più problemi porterà al luogo dove finirà, causando danni molto importanti.

Terremoti, terremoti e tsunami

I movimenti nella crosta terrestre che accumulano un’energia, possono essere rilasciati solo sotto forma di onde che vengono trasmesse alla terra generando vibrazioni e movimenti. Se raggiunge una parte della terra sarà un terremoto (misurato dalla scala Richter) e se cade in una parte del mare, sarà un’onda di marea (se è di grande magnitudo e accompagnata da onde, uno tsunami).

Uragani

Un uragano è una tempesta ciclonica che si forma negli oceani dall’acqua evaporata dal mare e diventa una tempesta. A causa dell’effetto Coriolis, questi cominciano a girare e diventano uragani. Lo stesso fenomeno prende nomi diversi a seconda di dove si forma. Nell’Oceano Pacifico si forma un uragano, nell’Oceano Indiano un ciclone tropicale e nell’Oceano Atlantico un tifone.

Eruzioni vulcaniche

L’emissione di materiale roccioso e di gas ad alta temperatura è quella che viene chiamata eruzione vulcanica.

Le eruzioni vulcaniche possono essere classificate in esplosivi ed effusivi. Quando il magma è molto viscoso e contiene una grande quantità di gas, viene definito esplosivo. Quando il magma è fluido e contiene pochi gas l’eruzione vulcanica è effusiva.

Epidemie

Le epidemie sono malattie estremamente pericolose e contagiose che si diffondono in una società e possono raggiungere diversi luoghi, colpendo porzioni molto importanti del mondo (come nel caso della peste nera, che nel XIV secolo uccise un terzo della popolazione europea).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *