Categories
Piante & natura Scienze

Tipi di clima

I tipi di clima possono variare a seconda di una serie di fattori relativi al luogo in cui ci troviamo, alle caratteristiche delle stagioni del luogo e agli effetti di eventuali fenomeni naturali che possono verificarsi.

In questo articolo passeremo in rassegna i tipi di clima che esistono in condizioni normali, a seconda della stagione dell’anno e della posizione geografica, nonché le diverse classificazioni esistenti.

Quali sono i tipi di clima?

Come abbiamo già visto, lo studio del clima non è una scienza esatta, ci sono circostanze che influenzano direttamente quello che sarà lo stato del clima in una regione, in termini generali ci sono tre tipi di clima, vediamo quali sono

Climi caldi

Questi tipi di clima, come suggerisce il nome, sono caratterizzati da temperature elevate e si trovano in zone con basse latitudini.

In questo caso, i raggi del sole hanno un impatto maggiore su queste zone grazie alla loro inclinazione minima.

Climi temperati

In questo tipo di clima le temperature sono di solito moderate, tendendo più verso il freddo in certi periodi dell’anno. Questi climi si trovano a medie latitudini.

Climi polari

Questi sono i climi in cui la predominanza del freddo è completa. Si trovano alle latitudini più elevate e le temperature durante i mesi più freddi dell’anno si trovano tra i -10 gradi Celsius.

Questo tipo di clima è di solito quello egemonico nei circoli polari.

Classificazione delle regioni climatiche

Tenendo conto di quali sono i tipi di clima predominanti, è importante sapere che all’interno di questi, a loro volta, si trovano una varietà di subclimi, che sono classificati come segue secondo la scala di Wladimir Köppen (climatologo tedesco).

Gruppo A: Climi tropicali

Questi climi sono molto poco variabili nel corso dell’anno. Le temperature sono elevate, con un’intensa concentrazione di calore in alcune regioni, ma con una presenza regolare di pioggia su tutto il territorio coperto da questi climi.

Queste regioni climatiche ospitano savane e territori aridi.

Gruppo B: Climi secchi

Queste regioni sono inserite tra climi aridi e tropicali. Gli inverni sono di solito freschi, ma non freddi, e quando è estate il caldo tende ad essere abbastanza forte.

Gruppo C: Clima moderato

Si tratta di climi in cui le stagioni dell’anno hanno una grande influenza sulle temperature. Per esempio, gli inverni sono solitamente miti e con molte piogge, mentre la stagione estiva è caratterizzata da molto caldo, con temperature elevate.

In molte delle regioni in cui si verificano questi tipi di clima, i venti degli uragani sono normali. Nella zona occidentale, dove la direzione del vento soffia verso la terra, gli inverni sono di solito più freddi che in altre zone con questo tipo di clima.

Alcune città in cui è possibile sperimentare questa classificazione sono: Seattle, USA e Wellington, Nuova Zelanda.

Gruppo D: Clima continentale

Questo è il tipo di clima per eccellenza in molte aree dell’Europa orientale. È caratterizzato da estati e inverni moderatamente caldi con temperature significativamente basse.

Nel corso dell’anno naturale, le temperature in questo tipo di clima possono variare da -3 a 22 gradi Celsius, il che significa una buona gamma di temperature minime e massime per gli esseri umani per vivere e stabilirsi in questi territori.

La regione della Siberia e il nord della Scandinavia presenti sono all’interno dei climi inclusi in questa classificazione.

In queste regioni le estati sono più fresche e gli inverni ancora più freddi. Le precipitazioni che si verificano di solito si verificano solo durante la stagione estiva.

Gruppo E: Clima polare

In questa categoria climatica la regola generale è il freddo. Durante tutti i giorni dell’anno il clima predomina con temperature molto basse, anche se ci sono alcune particolarità regionali che possono risultare come un’eccezione a questa regola.

In questo tipo di clima, le regioni in cui l’ecosistema è costituito dalla tundra sono caratterizzate principalmente da climi aridi, dove la superficie del suolo è coperta da uno strato di ghiaccio, noto come permafrost. Questo fenomeno è riscontrabile nelle zone più settentrionali del Nord America, in alcune regioni della Russia e nell’Antartico.

All’interno di questa stessa classificazione troviamo le aree chiamate Ice Layer. In questi troviamo i climi più freddi del pianeta, si trovano in Groenlandia e in diverse regioni del continente artico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *